I miei viandanti

venerdì 18 maggio 2012

Le ultime mele della stagione


La dieta è ufficialmente terminata, almeno quella dimagrante.

La mia nutrizionista era abbastanza soddisfatta dei miei risultati, ma mai quanto potevo esserlo io,  sei mesi sono stati davvero duri, soprattutto perché fare la dieta d'estate è infinitamente più facile che farla d'inverno, quando fa freddo, hai più appetito e non ci sono tutte quelle belle verdure fresche e colorate con cui farti passare i morsi della fame.



A questo punto, inizia una lunga, lunghissima dieta di mantenimento, che a detta sua dovrebbe durare praticamente tutta la vita, e questa è la parte più difficile, soprattutto per chi è goloso come me. Posso anche sopravvivere a pane e acqua, ma quando mi passa davanti una fetta di dolce o un gelato, è davvero difficile che riesca a resistere. Ovviamente, la dieta inizia mentre vai a fare la spesa: a casa mia sono banditi biscotti, merendine, crackers, grissini, bevande gassate, yogurt,  snacks, patatine e così via.
La mia credenza pullula di legumi, fette biscottate senza zucchero, pane integrale e alimenti senza grassi. Nel mio frigorifero abbonda frutta e verdura mentre tutta la parte di salumi, formaggi etc, a cui mio marito non rinuncia (ai dolci sì, perché tanto non gli piacciono) non mi appassiona in maniera particolare, per cui ne faccio tranquillamente a meno.


Tenere un blog che parla prevalentemente di dolci, certamente, non aiuta.

Questo dolcetto, tanto per parlare di dieta,  l'ho fatto la scorsa settimana, l'ultima torta di mele della stagione: per fortuna ho nel mio programma di alimentazione una fetta di dolce alla settimana, rigorosamente fatto in casa (bandite tutte le merendine industriali, anche se ogni tanto mi faccio tentare), preferibilmente con la frutta o con la marmellata, in questo caso ci sono tutte e due.


Ho utilizzato una delle ultime ricette della signora dell'agriturismo toscano (mi manca solo la Panna cotta), però apportando alcune modifiche: ho messo due mele invece che quattro, l'ho fatta più bassa ma ho aggiunto la marmellata di mirtilli messa a cucchiaiate nell'impasto. Il risultato è una torta morbidissima, friabile, burrosa ( e va beh, sapete che non amo le torte al burro, ma questa davvero merita), in cui il ripieno di mele a tocchetti e la marmellata di mirtilli sono davvero un bell'abbinamento.

E' preferibile farla in una teglia a cerniera dacché, essendo morbidissima e umida, si rischia di romperla, rovesciandola.


Torta di Mele e marmellata di Mirtilli

Una teglia a cerniera da 26 centimetri

75 grammi farina 00
75 grammi farina di Farro
150 grammi zucchero semolato
2 uova grosse
150 grammi burro
1 bustina di lievito vanigliato
1 cucchiaino aroma di limone
2 mele grosse
mezzo vasetto di marmellata di mirtilli

Far sciogliere il burro e tagliare le mele a tocchetti piccoli.

Battere con la frusta elettrica le 2 uova intere con lo zucchero, quindi aggiungere il burro, l'aroma di limone, le due farine setacciate assieme al lievito, poco alla volta.

Aggiungere all'impasto, delicatamente, le mele tagliate a tocchetti,, quindi rovesciare nella teglia imburrata ed infarinata.

Appiattite bene l'impasto (lo strato è abbastanza sottile), quindi fate cadere  la marmellata sull'impasto con un cucchiaino,  appiattendola leggermente per farla penetrare appena appena nel composto.

Infornate a 180 gradi per circa  35-40 minuti nel forno caldo.

Sformate delicatamente quando è fredda, e cospargete di una spolverata di zucchero a velo.

12 commenti:

  1. Bellissime foto fanno venire l'acquolina in bocca, complimenti per la tua dieta visto che sei stata bravissima uno strappo alla regola si può fare ogni tanto!

    RispondiElimina
  2. La dieta per me inizia sempre il giorno dopo che ho ipotizzato di cominciarla. E questo succede più o meno tutti i giorni. Carissima, ti stimo per la forza con cui ti appresti al "mantenimento" a vita, io difficilmente riesco a "mantenere" una qualsiasi cosa - che sia l'umore o (soprattutto) un buon proposito. Comunque un primo passo importante lo condivido con te, ovvero quello di bandire dalla credenza le schifezze che fanno ingrassare solo con lo strappo della confezione. Mi piace l'home made che oltre ad essere più genuino è anche meno caro. Dici che sono sulla buona strada? Intanto mi gusto il tuo dolce...

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. complimenti per la tua dieta! torta davvero irresistibile!baci!

    RispondiElimina
  4. mizzega che questa torta è buona si capisce dalle foto stupende.....dai una fetta a settimana è già un bel appuntamento :)

    RispondiElimina
  5. Cara Laura, mi alzo in piedi e ti faccio un applauso per la tua determinazione. Io dopo averla fatta per problemi di salute, appena mi sono "ripresa" sono ricaduta nel vortice dei dolci e ho ripreso tutti i chili persi. Un abbraccio, Cat

    RispondiElimina
  6. Le tue torte sono così belle e invitanti...! Meno male che sono permesse dalla tua dieta!

    RispondiElimina
  7. ottima torta e stupendo servizio, in bella mostra grazie alla tue sempre perfette foto. Ultimo complimento per il raggiungimento del traguardo , brava! Ti posso dire che io sono in "mantenimento" da settembre e la cosa non è poi così difficile, ti dirò di più che ho perso ancora un chilo, mangio con ordine , 5 pasti al giorno,se qualche volta mi capita di mangiare più del dovuto (tra l'altro il mio stomaco non ne è più in grado)o di approfittare del dolcetto , bilancio diminuendo qualche altra cosa , o recuperando il giorno successivo, perciò mia cara non demordere e pensa a quanto ti senti soddisfatta ora, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  8. Ciao Geillis, che brava sei stata! Io sono di una debolezza tremenda, soprattutto con il salato, e la mia metà non mi aiuta (ma lui è magro...e imburra fette di pane mentre cucino!!!). La torta ha un aspetto davvero invitante...un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Che brava che sei, io con la dieta non ho mai costanza, adesso però devo darmi una regolata, intanto prendo nota della ricetta!

    RispondiElimina
  10. Ottima questa torta di mele, almeno come il Ganbellotto, (che ti ho palesemente rubato, se dai un'occhiata al mio nuovo post)!
    Laura, se proprio devi stare a dieta... continua a rimpinzare noi di dolci così buoni!;)
    Un bacio

    RispondiElimina
  11. Oh, non so come ma mi sono persa questa bella torta di mele... carino anche il servizio da caffè!

    RispondiElimina
  12. Complimenti per la bella tavola e per la torta aspetto invito all'ora del the. Un bacio.
    Virginia

    RispondiElimina

Pellegrino che ti aggiri per queste lande incantate, mi farebbe piacere una traccia del tuo passaggio...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails